2

Alcuni suggerimenti della Befana ……

…..per tenersi il proprio straccio d’uomo, riciclandolo senza inquinare l’ambiente.

Care amiche di salvataggio siccome il post della Befana dell’anno scorso ha riscosso un notevole successo, vi giro prontamente altri saggi consigli della donna più sbeffeggiata (a torto) del pianeta.

<<Il problema di voi ragazze moderne e che siete troppo agitate, e per nulla rassicuranti. Parlate del vostro rapporto tormentato con gli uomini sino a diventare afone, e nei voluttuosi meandri delle complicazioni vi beate  fino allo sfinimento. Invece le donne più vicino a me per motivi di anagrafe (ingiustamente chiamate vecchie befane) riuscivano a tenersi un coniuge per decenni, arrivando addirittura ai traguardi delle nozze d’argento, d’oro e di diamante.

befana-alessandra-appianoMentre voi fanciulle odierne, se arrivate al quinquennio, diventate un’anomalia da studiare nei dettagli, nonché un bizzarro fenomeno di costume.  Le vostre ave (mamme nonne e prozie) zitte zitte riuscivano a vivere serenamente (oddio, non esageriamo, a vivacchiare) con quelle pizze dei loro mariti. Avranno avuto sicuramente anche loro storielle segrete e qualche scheletro nell’armadio, ma erano quisquilie: i cavoli loro se li facevano nei loro orticelli, lontano da occhi e orecchie indiscrete, senza comunicarlo su Facebook e via Twitter a cani e porci. Per esempio non credete alla storia che alle vostre bisnonne non piacesse fare sesso. Il loro gradimento sarà stato a fasi alterne, più o meno come per tutte: a volte “così così”;  altre volte della serie “perché è successo qualcosa?”, più raramente “mitico e indescrivibile”. Ma queste ragionevoli paleolitiche si tenevano per sé i loro momenti magici, considerandoli, giustamente, cose che capitano. Voi invece, instancabili programmatrici (di computer e altre diavolerie tecnologiche) volete prevedere e catalogare ogni incanto, ogni evento amoroso. Andiamo avanti: dopo uno sfinente bla bla con le vostre sorelle di sventura giungete alla sconfortante conclusione che tutti gli uomini sono dei bidoni. In pratica, la scoperta dell’acqua calda. Le vostre predecessore, serafiche e pazienti, sapevano sopportare con grazia e nonchalance qualsiasi bidone, persino quel supremo bidone aspiratutto che è l’esistenza, vista nel suo insieme. Erano delle vere filosofe, immuni dai patetici miraggi del benessere e dell’eterna giovinezza, miraggi che rendono ansiose, insicure, sempre sull’orlo di una crisi di nervi (e pure stanche morte, dopo due ore di palestra sfiancante).Ma state un po’ in santa pace, benedette ragazze: crescete, invecchiate, innamoratevi, senza rincorrere sempre nuove migliorie. A furia di “migliorie” siete arrivate a sgobbare il doppio e a rendere scontenti tre pseudo fidanzati in contemporanea. Le vostre progenitrici non praticavano la poliandria apparentemente per questioni morali, ma in realtà solo per evitare sprechi di energia. Da buone massaie sapevano utilizzare bene gli avanzi, cioè riciclare per bene ogni articolo scaduto. Facciamo qualche esempio pratico: quando l’amante diventava troppo abitudinario, loro  lo sposavano e riconvertivano in marito. Voi no, lo piantate e ricominciate con un altro per ritrovarvi da capo a dodici. Se poi la vita di coppia non era esaltante, loro sfornavano subito un bel pargolo, procurandosi distrazioni a gogò (pappe, pannolini e pipì varie). Voi no, su consiglio di una sciamannata di amica vostra, divorziate, caricandovi di nuovi stress sentimentali, legali e domiciliari (nonché sessuali). Infine (e qui veniamo davvero alle dolenti note) le più antiche, le più vicine a me per data di nascita, si facevano beatamente mantenere. E se i soldi non bastavano, pianificavano, senza farsi prendere dal panico, un secondo lavoro (per lui). In conclusione, vista la crisi perdurante, basta con gli sprechi, basta con questo consumismo cronico (affettivo e non). Date retta alle befane come me, esperte in economia (domestica e non). Se si riesce a riciclare carta straccia, vetri rotti e ogni sorta di rifiuti, ci sarà una possibilità anche per i partner. Non si possono gettare via così, inquineranno l’ambiente in maniera irreversibile, e io all’ambiente ci tengo da sempre (giro su una vecchia scopa proprio per non inquinare l’aria…)!>>

Buon inizio d’anno felice a tutte!

Vi piacerebbe veder pubblicata la vostra recensione su Donna Moderna? Scrivete ad amichedisalvataggio@mondadori.it , indicando i vostri libri, film, spettacoli preferiti. Condividere le passioni è il miglior modo per fare amicizia!

Commenti

  1. 7 gennaio 2015 / ore 12:45
    lorenza

    “la conclusione che tutti gli uomini sono dei bidoni. In pratica, la scoperta dell’acqua calda”… Sublime :-) Quando lo dico io mi rispondono che no, è pieno di eccezioni e che generlizzo… Ti citerò come fonte autorevole, Alessandra

  2. 8 gennaio 2015 / ore 09:13
    Alessandra Appiano

    Grazie per la fonte autorevole Lorenza e che il 2015 sia con te…senza troppe bidonate! Un abbraccio Ale

Comments are closed.