1

Il sesso millantato e sopravvalutato.

sesso-donnamodernaCare amiche di salvataggio, non vi pare che il sesso sia parecchio millantato e sopravvalutato in questi tempi anti romantici? Del resto il triste fenomeno delle Cinquanta sfumature di grigio (adesso nelle sale ci dobbiamo puppare anche un brutto film tratto da un libro bruttissimo) dimostrerebbe che in quanto a fantasie e sogni siamo proprio alla frutta (anzi all’ammazzacaffè…). E’ bastato che una casalinga inglese sovrappeso, la signora E. L. James (così si fa chiamare ora, ma il vero nome è Erika Leonard) abbia avuto l’intuizione furbacchiona di mescolare negli ingredienti del più banale romanzetto rosa il pepe del sadomaso, che le donne si sono buttate a pesce (in mancanza d’altro, ahimè) su questa fiaba improbabile e finto erotica. Una fiaba con un principe azzurro munito di frusta a cento code e manette, naturalmente bellissimo e ricchissimo. Sulla figura barbina che ci facciamo a nutrire desideri così basici (piazzarci con un buon partito, pazienza se è un malato di mente) meglio stendere un telo pietoso, mentre c’è da chiedersi come siamo potute cadere così in basso nei nostri desideri. Anni di lotte femministe per metterci a fantasticare su un maschio dominatore, di una noia mortale, con smanie di controllo permanente, un soggetto così fastidioso e ridicolo (come ha sottolineato giustamente Carlo Verdone) che prenderlo a padellate in testa sarebbe il gesto più naturale (altro che farsi frustare…)?  Anni di rivendicazioni per identificarci in una studentessa vergine ventunenne, anche se abbiamo superato i quaranta, con un autogol che riprova una cosa sola, cioè che l’immaginario erotico rimane sempre e comunque dominato dalla giovinezza? Penso che sarebbe ora di iniziare a fare una campagna per il buon gusto e il buon senso, ammettendo che tutta questa virtualità sta iniziando a toglierci vita reale e neuroni dal cervello, perché forse in rete si troveranno tanti simil Mister Grey, ma sarebbe meglio rischiarsi un bacio vero con un uomo imperfetto conosciuto al bar. E sarebbe anche ora che tutte le donne normali iniziassero ad alzare un po’ la voce, ribadendo che sono esauste dei proclami di cinquantenni eterne ragazzine, che non si sentono rappresentate da showgirl tardone (o peggio politiche) sbandieranti baby fidanzati tronisti, che sono esterrefatte quando vedono spacciare porno attori per geni del pensiero positivo, quando, nella migliore delle ipotesi, sono geni dell’espediente positivo (della serie: che ci tocca fare per campare…). E magari che ammettessero che il sesso estremo non occupa il primo posto nella classifica delle preoccupazioni, dal momento che gli spogliarelli sexy sono meno frequenti delle continue rotture di scatole generate dall’entropia domestica (e non). E che dopo una giornata passata al lavoro a subire le angherie del capo di turno; dopo i capricci dei bambini che si lamentano (a ragione) del cibo  scadente della mensa della scuola; dopo la spesa da fare (e caricare in macchina, da sole)  a quintali; dopo la telefonata all’idraulico (tanto per cambiare si è intasato il lavandino della cucina) e al portinaio per sapere le ultime novità sulla spazzatura differenziata;  il massimo che ci si può concedere è il sesso per simpatia (e cortesia). Il SPS lo si fa a casa propria, nel proprio comodo lettone, ovviamente con il proprio comodo marito (o fidanzato). Al massimo della trasgressione, sul divano a fiorellini sbiaditi nella camera degli ospiti, che è anche studio, stireria e dispensa. Per il SPS non servono guepière di cuoio, mascherine e stivaloni New Gestapo. Né aggeggi o gingilli porno. Bastano (e avanzano) i completini di cotone bianco presi al mercato rionale. Sono economici, non stingono e si possono mettere in lavatrice.

Buona settimana felice (con o senza sesso) a tutte!

Commenti

  1. 28 marzo 2015 / ore 17:54
    Anto

    Ciao Alessandra,non ho letto il libro ne’ visto il film..quindi nn oserei fare osservazioni in merito.Ho sentito solo un vociare di donne (guarda caso)che è stato carino ma niente di più.Mi tengo l’idea romantica del massaggio fatto da mio marito nel ns lettone con piumino dell’Ikea..almeno lui sa dove mettere le mani…e il piumone dell’Ikea è caldissimo.

Comments are closed.