43

A volte ritornano (gli uomini che spariscono)…

closeup-sms-649115-mDopo il grande successo del post sugli uomini che spariscono e le vostre numerose interazioni, torno a scrivere su questo tema. Perché gli uomini che spariscono, più spesso di quello che potremmo credere, ritornano. Come e quando ritornano? Nei momenti più inaspettati ovviamente. Tornano con messaggi più o meno neutri, magari nel bel mezzo della notte, con una telefonata brillante, con un commento carino su un social: e di solito comportandosi come se la loro sparizione non fosse mai accaduta. La maggior parte del pubblico femminile che si trova a vivere questa situazione ne rimane scombussolata.

Si susseguono di solito queste sensazioni. La prima (anche se raramente si ammette, per mantenere un certo contegno, e non sembrare agli occhi altrui una perfetta quindicenne in balia del ragazzo che le piace) è gioia smisurata e incontrollabile: EVVIVA E’ TORNATO! Questo sentimento di euforia irrazionale è spesso anche collegato a svariati pensieri tra cui “Ma allora in fondo gli piaccio… ma allora io valgo come donna… ma allora è solo che ha paura di avere una relazione con me… ma allora non mi ero sbagliata…”. Poi ci viene voglia di rivalsa, della serie “Ora sarai tu ad aspettare me”. Ma questa determinazione in genere dura poco, perché non viene da un pensiero lucido, ma da una semplice voglia di fargli capire che stavolta la situazione la gestiamo noi (come se fosse vero). Quindi, non passano neppure alcune ore dalla ricomparsa del suddetto, che già ci sentiamo trascinate nell’antico vortice di attesa senza fine, perché alla sua chiamata noi, nonostante tutti i buoni propositi fatti, rispondiamo con un “PRESENTE”. Presente e desiderosa di tornare nella sua vita, in quei ritagli di tempo che però ci fanno battere il cuore. In quelle illusioni che sappiamo benissimo si fracasseranno al suolo alla prossima sparizione. Però, che diamine… lasciatemi almeno vivermi questo momento. Poi si apre la terza fase, quella in cui dopo esserci rese di nuovo disponibili a lui, ci giudichiamo per aver ceduto. E ci sentiamo arrabbiate, frustrate, con noi stesse prima di tutto e poi con lui. Infine si arriva abbastanza velocemente alla quarta fase: quella in cui torniamo ad essere perplesse e a torturarci con congetture e domande “Ma insomma, se non gli piaccio abbastanza, perché diavolo è tornato?”. Ed ecco che in questa fase, torniamo a credere all’idea tossica che solo quando capiremo perché è tornato allora potremmo metterci una pietra sopra.

Ti suona familiare? Io trovo che tutto questo quando siamo capaci di vederlo con occhi distaccati, sia incredibilmente divertente. Ovviamente non è molto divertente quando lo si vive in prima persona. Ma se il problema non fosse quest’uomo, né il suo comportamento? Se riuscissi a togliere all’intera equazione il tuo sentirti una sciocca e i giudizi che dai a te stessa? Se non fosse più così importante sapere perché quest’uomo va e viene, ma fosse importante solo rimanere te stessa nonostante l’andirivieni, come sarebbe? Fermati e pensaci. La realtà è, e lo sai benissimo se vivi o hai vissuto un’esperienza simile, che non puoi smettere di pensare a lui con la forza di volontà. La realtà è che per quanto vorresti insultarlo, finché qualcosa in te non cambia in modo naturale, ti verrà da essere presente per lui, ti verrà da aspettarlo, ti sentirai irrazionalmente felice ad ogni suo ritorno. Allora cosa ti rimane di saggio da fare? Permettimi di dirti alcune cose che ti saranno d’aiuto.

1. Smetti di credere all’idea che sei una stupida. Non lo sei. Se vuoi amare quest’uomo, amalo, sapendo che probabilmente il suo “andare e venire” sarà una costante.

2. Goditi le belle sensazioni che ricevi quando pensare a lui ti fa star bene. Goditi l’euforia quando torna. E continua a vivere la tua vita. Usa quelle sensazioni per ricordare a te stessa che sei viva, e che nessuno ti chiede di avere una perfetta vita, dove i conti tornano sempre. Puoi vivere la tua imperfetta vita, che tanti criticheranno… ma è la tua. E questo è ciò che conta.

3. Rimani in contatto con la tua saggezza. Perché la realtà è che puoi rimanere con quest’uomo invisibile con un sentimento di calma nel cuore o con l’agitazione. Ma quando dentro di te, anche solo per un istante, sentirai che il tuo benessere profondo, non sta in ciò che fa o non fa quest’uomo, sarai libera. Libera di rimanere ad aspettare o libera di andare oltre.

4. A volte comprenderai perché sparisce, ma credimi la maggior parte delle volte sarà incomprensibile. Quindi datti pace. Puoi non capire e andare avanti comunque.

5. Quando sarà il momento di andare oltre, lo saprai. Sentirai naturalmente che è il momento di farlo. E lo farai. Senza obbligo, senza importelo, senza stress.

6. Il fatto che tu sia una donna presente, non fa di te una perdente in amore. Tuttavia, a volte gli uomini che spariscono, possono anche insegnarci ad essere più oneste con noi stesse: “siamo proprio sicure che il nostro esserci sempre sia la nostra natura, o sia dettato dal timore di restare sole?”… qualcosa su cui riflettere…

7. Se ne avrai occasione potrai chiedergli perché sparisce. A volte la risposta potrebbe sorprenderti e aprirti nuovi scenari.

8. Goditi la tua imperfetta storia d’amore così come è ora. Sia che tu ne abbia 17 o 67 di anni. Credimi, un giorno ti sveglierai e saprai con assoluta certezza che questo momento della tua vita, era perfetto… così com’era.

Lo so… avrete tante domande… lo so, non tutto quello che ho scritto vi sarà chiarissimo… Ma è con un sorriso dipinto in volto che scrivo a voi, e con la gratitudine sincera a tutti quelli uomini che nella mia di vita sono spariti. Buon week end a tutte, ragazze di ogni età… dalla vostra coach che tra qualche ore terrà un nuovo corso sulle relazioni di coppia… ;)

Chiara

 

Commenti

  1. 20 aprile 2015 / ore 18:24
    Chiara Grandin

    @Laura: Ciao Laura, benvenuta qui con noi. Raramente ho letto un post tanto lucido sull’argomento, quindi non posso che essere d’accordo con te. Detto questo mi viene anche da metterti una amichevole mano sulla spalla e dirti: “non sei stupida! puoi smettere di criticarti per quello che hai fatto”. Non essere arrabbiata più con te per esserti innamorata, per aver “ceduto”, per essere rimasta in attesa con la faccia felice ad ogni chiamata. Va bene così. Ora, smetti di insultarti e vai oltre… e nel farlo, torna a trovarmi quando vuoi nel nuovo blog su Giorni Moderni: http://giornimoderni.donnamoderna.com/affetti/coaching-caffe/ Un grande abbraccio e apresto!

  2. 21 aprile 2015 / ore 02:21
    Laura

    Grazie del benvenuta :)

    Pensi che il mio commento sia lucido? Io non lo so

    Forse se la mia mente fosse stata realmente lucida mi sarei fermata all’istante prima di iniziare a “giocare con il fuoco” e lasciarmi andare.

    All’inizio pensiamo: massi’ viviamo il momento, c’e’ qualcosa che non quadra completamente in lui? Non importa, andiamo avanti, Questa volta non ci rinuncio. Teoria vincente proprio!
    Cosi’ ci infiliamo nel vortice e ci possiamo stare giorni, settimane, nel mio caso quasi 6 mesi. Ancora stasera aspettavo un messaggio, cosi’ come 3 mesi fa per esempio o 2 settimane fa… Il messaggio arriva senza programma, magari ogni giorno o magari dopo 2…
    La mia paura e’ che questi quasi 6 mesi raddoppino.

    Se avessi avuto una mente lucida non avrei permesso a me stessa di vivere Questa condizione. Se avessi ora una mente lucida non permetterei a me stessa di rimanere in Questa condizione. Eppure sono nel limbo, come dici tu.

    Come si esce dal limbo? Forse bisogna volerlo veramente e la verita’ e’ che ci accontentiamo, brontoliamo un poco ma pur se la situazione ci calza stretta non ce ne andiamo con la speranza di fare la differenza Questa volta.
    Ma la faremo mai questa benedetta differenza?

    Con lui questi bei discorsi cadono, non vengono quasi neanche detti per la paura di perdere quel poco che abbiamo. Ma perché?

    Ho le palle girate

  3. 29 maggio 2015 / ore 15:22
    Krona

    Ciao.Sono una donna in postmenopausa.Sono stata sposata 34 anni piu sette di fidanzamento.Ci siamo conosciuti da ragazzini ,lui mi ispirava tenerezza ,non ero innamorata ma sono diventata gelosa e possessiva.Fare all’amore dopo le prime volte deludenti e’sempre syato bellissimo.Fusione completa ..Tre figli bellissimi voluti da me soprattutto.Con il passare degli anni ha incominciato a sfuggirmi(rifugio nel lavoro e nella pesca)e io a desiderarlo sempre di piu’e a rimproverarlo per le briciole di tempo che ci dava .Si e’ buttato in imprese piu grandi di lui con perdite di denaro e di pace.Sempre piu’insoddisfatto gli ho detto sfidandolo di andare dall’avvocato ,basta lamentele.Gli ho detto prenditi un periodo di ripiso .E’ andato via tre anni fa facendomi credere che sarebbe tornato ma ha conosciuto delle russe e va e viene dalka Siberia tenrando affari .Sto male quando per caso lo vedo e i nostri figli li rivorrebbero a casa.Non credo sarebbe facile riprendere e io se non lo sento e non lo vedo sto bene .Non voglio altri .

  4. 3 giugno 2015 / ore 13:15
    Chiara Grandin

    @Krona: Cara Krona, benvenuta qui con noi! Io credo che indipendentemente da quello che sceglierà il tuo uomo, che ovviamente sarà solo il suo libero arbitrio, tu potrai scegliere per te stessa. In questo momento mi sembra che tu lo ami indipendentemente da tutto… quindi ti direi semplicemente di amarlo con tutte le sue imperfezioni. Un giorno tornerà? forse. Un giorno ti stancherai di aspettarlo? forse. Un giorno ti alzerai e dal nulla ti sentirai pronta a lasciarti il passato alle spalle? Forse… ciò che conta, non è cosa accadrà ma quanta grazia avrai nei tuoi confronti nell’accettare che a volte continuiamo ad amare qualcuno anche se tutto ci direbbe di “smettere”. Eppure, la nostra strada è unica… proprio come la tua. E anche se non so dove ti porterà, e anche se immagino sia dura, so che stai percorrendo la strada giusta, altrimenti, ne staresti già percorrendo un’altra! Tornerai a trovarmi? Spero tanto di sì… e ti lascio anche il nuovi indirizzo del blog, dove sono certa, potresti portare tanta ricchezza e un punto di vista fuori dal comune… http://giornimoderni.donnamoderna.com/affetti/coaching-caffe/… con tanto, tantissimo affetto, dalla tua nuova coach, Chiara

  5. 11 giugno 2015 / ore 14:44
    krona

    Ciao Chiara.Ti ringrazio molto per le tue parole. Martedi sono andata a mettere la firma per la separazione. Ero molto agitata, sono arrivata in tribunale e ho visto lui seduto. Era gonfio e rilassato. Gli sono passata davanti senza guardarlo e mi sono seduta lontana da lui. Quando siamo entrati dal cancelliere per i dati, io ho risposto ad una domanda mentre lui esibiva il suo repertorio di precisazioni.Mi sono otturata le orecchie, non ce la facevo a sentire la sua voce così calma. Dopo siamo andati davanti al giudice, una donna, che ci ha rivolto altre domande e ci sono state altre dilatazioni gratuite nelle sue risposte. Voleva tirarsi indietro sulla somma decisa in un primo tempo per pagare l’affitto della casa nella quale abito con due dei miei figli. Ho detto che i figli percepiscono uno stipendio basso, e che con il mio pago bollette e faccio la spesa. Il giudice ha detto che se l’accordo non era stato raggiunto si poteva strappare tutto e rifare, ma lui ha poi firmato.Ha aggiunto gongolante, l’ex, che aspettava da tre anni e mezzo quel momento. Non ne potevo più, sono scappata piangendo.L’avvocato mi ha detto al telefono che lui poteva dire quello che voleva, solo che io non vedevo l’ora di andarmene altrimenti avrei potuto tirare fuori trascorsi e disagi a non finire.Ha fatto la vittima, trattandosi di una donna che lo ascoltava, la voce pacata e misurata, i soliti modi per attirare l’attenzione.I miei figli mi incoraggiano dicendomi che ora sono libera, che non potrà incastrarmi con le sue malefatte, ma io penso che mi manca tanto il suo abbraccio e il suo odore. Buon pomeriggio da una primitiva

  6. 18 giugno 2015 / ore 21:50
    aurora

    si

  7. 18 giugno 2015 / ore 22:05
    aurora

    Ho iniziato a messaggiare con questo ragazzo da fine marzo anche se mi sentivo già da prima ma senza aver mai concretizzato nulla ( io ero fida). . Durante il mese di aprile,decidiamo di fare un uscita a 4 con una mia amica e un suo amico,Saverio e Sara. Però io e lui abbiamo molto in comune, entrambi abbiamo fallito la carriera militare, entrambi siamo difficili entrambi non siamo mai riusciti a mantenere un rapporto duraturo affettivo perchè siamo sempre andati incontro a delusioni entrambi siamo ci vediamo circa 2 volte a settimana ma non ci sentiamo ogni giorno e a me questo stava bene. Saverio mi disse che Andrea fosse interessato ma vuole andarci piano. Dice che non gli piace la donna appiccicosa ma neanche le poco serie. Si è aperto abbastanza con me e da ciò che ho capito ha avuto moltissime storie che finivano subito perchè non riesce a trovare una perfetta per lui, e io anche. Le cose sono andate bene con la massima accuratezza finchè un giorno non mi presenta a due amiche sue. Siamo andati a bere qualcosa e una delle due apre il discorso dicendo che Saverio e Sara sembrano una coppia e noi 2 no. Allora io inizio ad alterarmi finchè non gli chiedo perchè loro due si sentono ogni giorno e noi no e lui mi risponde perchè in questo momento mi sento cosi e che ha bisogno dei suoi tempi. Io gli chiedo più attenzioni e lui mi dice che se gli sta bene è cosi. La discussione si accende e lui mentre mi riaccompagna a casa dice di aver capito cosa voglio ma che lui non può darmi certezze e tra le righe mi fa capire che gli da molto fastidio che sono fortemente insicura e un po immatura perchè guardo troppo ciò che fanno gli altri e non penso a me. Poi mi dice che se la cosa dovesse evolversi devo cambiare queste due cose.
    Per tutto il mese di Maggio ho cercato di chiedergli un caffè ma senza successo, poi presa dall orgoglio mollo e quando meno me l aspetto si fa vivo lui.
    Ci andiamo a prendere un caffè e io mi mostro cambiata, per nulla insicura e molto simpatica. Poi andiamo a fare un giro in macchina, e lui inizia il discorso dicendo che non gli sembrava giusto sparire, ma che voleva aspettare che si calmassero le acque tra me e lui dopo la spiacevole situazione che si era venuta a creare.Io gli rispondo che se aveva bisogno di pensare ha fatto bene e che anche io ho riflettuto e che nella vita bisogna essere flessibili perchè alla fine il fidanzamento è uno stereotipo che due persone se si trovano bene possono vedersi quando vogliono senza nessuna pretesa e lui mi risponde: poi se le cose si evolvono quasi volesse darmi speranze. Nel discorso mi ha detto che se non vuole più vedermi viene al paese mio e me lo dice perchè non gli piace parlare per messaggi.
    Io gli ho detto che non dirò mai a una persona che ci tengo perchè sono troppo orgogliosa. Quel giorno l abbiamo fatto per la prima volta, dopo che siamo usciti per circa 1 mese e io gli ho detto che è stato bellissimo che è da tanto che lo aspettavo ma ne è valsa la pena.
    Non appena mi riaccompagna io gli dico allora la prossima volta vengo io al paese tuo? e lui mi risponde che ci sentiamo e ci organizziamo…
    La sera gli mando la buona notte e non ricevo risposta. Dopo una settimana lo contatto mi risponde solo al saluto poi come gli chiedo come stai non mi risp piu… Da face vengo ad apprendere che esce con quelle 2 famose amiche quasi ogni sera… Ora sono immersa in mille dubbi.
    In poche parole io gli ho lasciato la massima libertà, perchè ho paura. Alla fine ho calcolato tutto: piuttosto che prendermi l impegno che prima o poi ce il rischio che finisca, ho preferito la strada piu semplice, quella dei vigliacchi per poter fare in modo che non per forza debba esserci una fine. E lasciare andare una persona è anche indice di sicurezza anche se piango giorno e notte..Alla fine se si ama una persona la si lascia libera e si aspetta, ma ora non vorrei che sia sparito perchè gli ho fatto credere di essere instabile , insomma una donna diversa da quela che ha conosciuto, magari che voglio solo una cosa fisica e a lui questo darebbe fastidio. Ma ora come comportarmi? io gli ho già mandato due messaggi , ho fatto capire che ci sono ma se mollo lui potebbe pensare che non lo voglio abbastanza e non faccio altro che leggere che i capricorno vogliono sicurezze , se lo inseguo dimostro insicurezza. Cosa mi consigliate di fare? secondo voi perchè è sparito? come posso fare in modo che si faccia risentire? Vorrei chiarire la situ ma ripeto mi limito a guardarlo da lontano senza agire…Potrebbe interpretare questo comportamento come donna poco seria o ha capito che lo voglio e le ho provate tutte e sono disposta a tutto per averlo?? urgono consigli, previsioni e esperienze simili…

  8. 1 luglio 2015 / ore 17:24
    Mela

    Hei ciao ho letto , e sono curiosa hai novità ?

  9. 22 settembre 2015 / ore 14:53
    Angela T

    Sono sempre questi i momento piu difficili, pensiamo di essere da sole ma sono cose che abbiamo provato o proveremo tutti nel corso della nostra vita. La cosa da fare e’ essere presente ovvero rendersi conto nella situazione in cui ci si trova senza fare finta che non sia successo niente, cosi diventiamo semplicemente pazzi. Anche la lettura di articoli come

    http://www.docplanner.it/blog/rottura-uno-dei-momenti-piu-difficili-della-vita

    Aiuta, puo sembrare stupido da in qualche modo danno sollievo all anima e ci fanno sentire capita.
    Consiglio anche la lettura di Osho, con i suoi scritti molte domande trovano risposta..

  10. 10 dicembre 2015 / ore 12:45
    sara

    Ciao Chiara,
    svolgi anche coach individuali? Un saluto

Comments are closed.