14

Quando l’ex ritorna e tu vai in confusione

“Ciao Chiara, io ho un dubbio amletico da sottoporti. Io ultimamente ho spesso pensieri sul mio ex, dopo aver scoperto che vive una vita più interessante sotto alcuni aspetti della mia, c’è stato qualcosa che quando l’ho rivisto mi ha per cosi dire attratto..oltre al fatto che si mantiene in forma ovvio! Il problema è che sono sposata da diversi anni..e quindi il mio buon proposito come capirai è sempre quello di scacciare il pensiero..che torna ciclico purtroppo..la buona intuizione che ho, se cosi la posso chiamare, è che quando cerco di non pensarci dal niente mi ritorna in mente, o in radio suona quella canzone che ci legava, etc etc. Insomma che devo fa’??” LUCE 

 

couple-in-love-4-1164098-mVi siete lasciati. O lui ha lasciato voi, o voi avete lasciato lui. Magari sono passati mesi o anni, eppure ci sono volte in cui incontrare di nuovo l’ex, attrae non solo il nostro fisico, ma la nostra attenzione. Pensieri su come avrebbe potuto essere iniziano ad essere la programmazione quotidiana presente nella nostra mente, senza via di scampo. E quando iniziamo a prenderli sul serio, ecco che la nostra vita sembra andare in frantumi.

Quello che per me è chiaro nella mail di Luce, e nei racconti di tutte le donne che vanno in confusione quando rivedono un ex è che confondono la voglia di cambiamenti nella loro vita, con l’idea che forse la loro vita avrebbe potuto essere migliore con lui. La seconda cosa che emerge evidente, è che spesso quello che ci attrae nelle persone del nostro passato è la loro evoluzione. Le “troviamo migliore” di come le avevamo lasciate. Cosa intendo per “migliore”? Più in forma, più bella, più di successo, più affascinante… più. A questo punto il paragone scatta d’obbligo: “Caspita, lui si che è andato avanti nella vita… mentre io…”. La tua vita improvvisamente ti sembra misera messa a confronto e ti senti un brutto anatroccolo. Credi allora di esserne ancora attratta o innamorata, ma la realtà è che sei attratta dalla possibilità di evolvere tu stessa.

E quando inizi a sentirti così, credi che sia perché il tuo ex è “andato avanti”. In realtà è solo perché stai credendo a tutti i pensieri che stai facendo, ci stai filando dietro e credi che siano la realtà. Non è l’ex a mandarti in confusione, mai. Sono i tuoi pensieri a farlo. E la confusione non è mai un sintomo che “dovresti fare” qualcosa. E’ sempre un sintomo che in questo momento non hai più la chiarezza mentale che ti serve e non sei più in contatto con la tua saggezza.

Luce, e tutte noi quando ci troviamo nella tua situazione che detta in termini più ampi è “credere che la nostra vita sarebbe migliore da qualche altra parte, con qualcun’altro” rilassati. Avere attrazione fisica o fantasie per le persone, inclusi gli ex, anche quando ami qualcuno, è normale. Il problema non è che fai pensieri su di lui, il problema è che credi che farli significhi qualcosa di tremendo o di speciale. Stai facendo pensieri sul tuo ex. Punto. Non c’è nulla da dire o fare, se non vedere che quando smetti di costruire castelli in aria, cadono da sé. Significa che non puoi avere dell’apprezzamento sincero o ammirare la persona che è diventato? No, puoi farlo. Se sei in un museo circondata dalle opere d’arte più belle al mondo, non credo ti faresti problemi di nessun tipo ad ammirarle, giusto? E non credo che ti sentiresti “da meno” mentre godi della loro magnificenza. Gli essere umani sono strani, perché hanno la capacità di ammirare la bellezza nel mondo e negli altri esseri umani, e invece di godersela la usano per confondersi le idee, per sminuirsi, per crearsi problemi inutili.

Non c’è nessun pensiero da scacciare né sui vostri ex né sulle ex dei vostri uomini che spesso temete. Il pensiero cade da sé quando smettiamo di dargli importanza. Gli ex sono stati parte della nostra vita, persone con cui abbiamo fatto della strada insieme. Ora la mia domanda è: cos’altro di bello vuoi vivere e creare lungo la tua vita e i panorami futuri? In che direzione vuoi evolvere, se è tempo di farlo?

E se il tuo uomo paragonato all’ex non ti sembra poi così vincente, punta lo sguardo su di te e chiediti: cosa sto facendo per rendere appassionata la mia relazione? Tutti passiamo momenti di stanchezza nei rapporti di coppia (e di amicizia) ma questo non significa che le nostre storie siano finite o da buttare… perché c’è sempre un infinito potenziale per un nuovo inizio… E tutto parte sempre dal rendersi conto che il paradiso (incluso quello della passione e della sensualità) non è lì fuori, ma è in noi. Sempre.

Un abbraccio a tutte. Leggerò i vostri commenti e ovviamente risponderò la prossima settimana!

Ciao ragazze… ciao Luce…

Chiara

Commenti

  1. 27 gennaio 2015 / ore 10:23

    Ora,Fiore,non saprei risponderti nemmeno io su cos’è l’amore…credevo di averlo trovato e vissuto,invece mi sono solo illusa. :(

  2. 29 gennaio 2015 / ore 15:14
    Chiara Grandin

    Ciao ragazze, bentrovate a tutte! Prendendo spunto da quello che avete scritto in risposta a questo post, ne ho scritto uno che ho pubblicato ieri. Brevemente dico a Luce di smettere di essere una donna (un tempo ragazza) che fila dietro alle sue “mille paure”. Essere sposata o non esserlo, non è ciò che ti rende la vita bella o brutta. La vita che vuoi, è principalmente una sensazione di bellezza e pace mentale, e questo regalo è qualcosa che tu sola puoi dare a te stessa. Basta paura, ora è il tempo della saggezza. Basta parole. Stai in silenzio, ascoltati e poi agisci da una mente quieta. E se non lo sai fare da sola, ti aspetto oltre che qui, a uno dei miei eventi dal vivo, visto che quest’anno le occasioni non mancheranno! Grazie ad Anna, Brunella, Fiore, Rita, per il loro intervento. Un abbraccio a tutte….

  3. 3 febbraio 2016 / ore 14:45
    Hermano

    “Tutti passiamo momenti di stanchezza nei rapporti di coppia (e di amicizia) ma questo non significa che le nostre storie siano finite o da buttare… ”

    Non sono completamente d’accordo.
    Perchè questo pensiero non può avere riscontro anche riguardo all’ex?
    Magari si era convinti quando lo si era lasciato, ma ora dopo avere avuto altre esperienze di vita ci si rende conto di averlo lasciato per motivi che oggi sarebbero risolvibili. Succede eh!

  4. 24 febbraio 2016 / ore 12:17
    Chiara Grandin

    @Hermano: Salve hermano! Penso che la tua sia un’ottima riflessione e molto pertinente. E che credo anche che sia bellissimo rendersi conto che le cose sono risolvibili. Il tornare o meno con l’ex ovviamente dipende dalla nostra saggezza del momento e come tu stesso dici “succede eh?”. Grazie per aver mostrato un altro risvolto! Il ritardo della mia risposta è dovuto al fatto che da tempo ormai questo blog si è trasferito su giorni moderni. Spero tantissimo che ci farai visita e sia partecipe con la stessa spigliatezza che hai mostrato qui. TI ASPETTO!!! http://giornimoderni.donnamoderna.com/affetti/coaching-caffe/

Comments are closed.