9

Un approccio diverso al sesso

“La verità è che se potessi scegliere…farei 4 figli con 4 uomini diversi! Sarei una brava mamma, ne sono sicura. Ma un uomo fisso non lo vorrei. Semmai uno diverso al mese!!! Eh beh…prendetemi pure per “puttanella” ma io non voglio vivere con la palla al piede!!!” Fiore

Difficilmente mi scandalizzo. Non mi capita di farlo per me stessa, figuriamoci per le idee degli altri. Ecco perché quando le persone sentono l’esigenza di esternare le loro considerazioni sul sesso o sulla loro vita sessuale, non è qualcosa che mi tocca particolarmente. Non credo che esista un modo standard per vivere il sesso. Sono dell’idea che praticamente ogni cosa (tranne gli abusi) sia lecita in questo campo, che quella che per la gente è trasgressione per me è semplicemente ostentazione di qualcosa di estremamente normale e che sia naturale seguire le nostre inclinazioni e sperimentare nel sesso, come in qualsiasi altro campo della vita. E quando una persona è in contatto con la propria saggezza saprà esattamente cosa va bene per lei, anche nel campo sessuale. Per riprendere il messaggio di Fiore, non penso tu sia una “puttanella” per i pensieri che intrattieni. Penso che tu sia su di giri e confusa e che non hai il coraggio di stare a sentire cosa ha davvero da dirti la tua saggezza.

untitled-1380715-mConosco donne, che sono perfettamente in contatto con la propria saggezza e hanno più uomini contemporaneamente. Conosco donne che hanno più uomini e sono confuse. Donne che sono sposate e vivono una vita considerata più normale, che hanno una vita sessuale meno frequente e stanno bene. Donne che sono sposate e stanno male. Conosco donne, che sono in contatto con sé stesse e cambiano partner quasi tutte le settimane. Donne che lo fanno e sono squilibrate. Il punto non è mai ciò che si fa nell’esterno. Il punto è essere in contatto con la tua vera saggezza e seguire con semplicità e coraggio ciò che davvero è giusto per te. Perché se c’è una cosa certa è che se la ascolti, smetti di volere che gli altri cambino, e cambi tu.

Il problema è sempre lo stesso, ovvero il mito dell’ EL DORADO, di un paradiso che si trova da qualche parte lì fuori. EL DORADO è quello che ci fa credere che la nostra felicità sia sempre da qualche altra parte. EL DORADO è sempre ciò che non abbiamo ora. E di fatto è solo il pensiero di EL DORADO che ci preclude la possibilità di viverlo.Quello che farai quando sei in contatto con la tua saggezza, onestamente non avrà importanza, perché sarà la cosa più appropriata per te, indipendentemente da quello che pensano gli altri. Per così dire, puoi decidere di fare la prostituta o la santa, e l’unica differenza, sarà se lo farai a partire da un punto di calma mentale o di reazione. Ed è evidente che ogni tua parola, Fiore, e tutte noi quando ci sentiamo come te, in questo momento non è frutto di calma mentale, ma è una reazione a pensiero su di giri e agitato.

Meno parole, più ascolto profondo. Se credete che parlare all’infinito delle vostre frustrazioni vi aiuti, state perdendo tempo. Abbiate il coraggio di fermarvi e di fare l’unica cosa che davvero conta: ascoltare in profondità la vostra saggezza. Ogni volta che incolpiamo gli altri della nostra infelicità, stiamo perdendo tempo ed energia. Non sono gli uomini, né le donne a causare la nostra infelicità, insicurezza, gelosia e via dicendo. Siamo noi a farlo. Ma quando ascoltiamo in profondità e iniziamo a seguire davvero il prossimo passo da fare, i dubbi svaniscono, gli sproloqui perdono importanza. Si inizia a vivere la vita nel modo che sentiamo giusto. Diventiamo più forti e integre. E riprendendo il commento di Fiore, se è la cosa giusta per noi fare 4 figli con 4 uomini, perchè viene da un desiderio autentico, semplicemente sarà quello che accadrà, senza la necessità di avere l’approvazione degli altri, senza la smania di ribellarsi a leggi a cui noi stesse ci eravamo piegate, senza la preoccupazione del guidizio altrui, perché semplicemente siamo allineate con il nostro cammino preferenziale di vita. E fluiamo.

Allora, un consiglio a tutte: meno parole, più silenzio e più ascolto vero e profondo di voi, quando siete nella vostra saggezza. I tabù altro non sono che idee stantie, date da pensieri agitati. Tutto è naturale se (e sottolineo SE) proviene da una mente QUIETA. E c’è una grossa differenza tra parlare di voler cambiare vita e farlo. Non ho altro da dire. Un abbraccio a te Fiore e a tutte noi, con l’augurio si smettere di fare “molto rumore per nulla”.

Buona settimana, ci si sente nel week end! La vostra coach, Chiara

Commenti

  1. 28 gennaio 2015 / ore 21:21
    Fiore

    Sicuramente tante cose mi agitano, tanti problemi attuali, tante preoccupazioni ora, tanta stanchezza. Ma mi agita tantissimo anche l’idea del matrimonio! Forse la mia saggezza sta parlando e mi dice:”Il matrimonio non fa per te!” Potrebbe essere?! Ma perché vivo il mio rapporto attuale in maniera SOFFOCANTE !!!! Questo, però, è il mio modo di sentire adesso. Magari questo rapporto finirà domani e uscendo di casa incontrerò e mi innamorero’ dell’uomo giusto talmente tanto da esser sicura di voler condividere tutta la mia vita con lui! Non so… Come una volta hai detto tu:” La vita riserva talmente tante sorprese…” Eventualmente sarete tutte invitate!!!!!

  2. 29 gennaio 2015 / ore 08:47

    La mia saggezza mi aveva portato a credere al matrimonio come ad una bella favola,nonostante sentivo spesso chi lo definiva LA TOMBA DELL’AMORE.Beh adesso non mi sento altro che ripetere che non eravamo neanche destinati ad essere una coppia….QUESTO SI CHE E’ SAGGIO!!!!Allora io devo ancora scoprirla la mia saggezza?E dov’è?Visto quello che ho avuto fino ad adesso mi ha portato solo a commettere sbagli?

  3. 30 gennaio 2015 / ore 19:29
    Rossella

    Nel mio immaginario il matrimonio non si può né programmare né rimandare; non sono una perfezionista ma penso (anzi credo) che la famiglia non si costruisca! Detto questo è chiaro che sono consapevole del fatto che è molto difficile sposarsi su questi presupposti… difficile ma non impossibile! L’amore è sempre una follia, anzi: meno se ne parla meglio è! Solo i poeti possono parlare d’amore… mi ha sempre intimorito l’idea che le televisioni di tutto il mondo fossero concentrate proprio su questo tema. Panico! Roba che in pubblico non ti sogneresti mai di esprimere il tuo pensiero perchè ti prenderebbero per un’invasata… che dici? Dovresti gridare al mondo chi ti credi di essere! Meglio di no. Però correggere il tiro non paga mai… Forse il sesso, da questo punto di vista, potrebbe rappresentare una forma di compensazione!

  4. 31 gennaio 2015 / ore 19:00
    giorgia

    Quando smetteremo di incolpare gli altri…meno parole e più ascolto…ascoltare la nostra vera saggezza. Fantastica!

  5. 3 febbraio 2015 / ore 12:09
    Brunella

    Molto interessante…come sempre, offri bellissimi spunti di pensiero.

  6. 3 febbraio 2015 / ore 12:43
    maria romana

    Ma qui il punto non è se sia giusto sposarsi / mettere su famiglia o meno.
    Qui si parla di liberare la propria mente dai mille pensieri, dai mille giudizi nostri e degli altri, di riportare la nostra mente ad uno stato di quiete e restare in ascolto. A quel punto non avremo dubbi e chi è incline a mettere su famiglia e chi no, sapranno qual’è la loro strada senza indugio e avremo tutti ragione, saremo tutti nel giusto, nel nostro giusto.
    Vivere ascoltando la propria saggezza, vivere la mia vita con consapevolezza è estremamente rilassante ed appagante.
    Grazie Chiara!

  7. 25 febbraio 2015 / ore 12:14
    Chiara Grandin

    Bentrovate a tutte ragazze! Come state? Io mi dedicherò qualche giorno di vuoto mentale, che si tradurrà nel fare pulizie a go go e riordinare gli spazi di casa. Leggo i vostri commenti, e sorrido, pensando a come alla fine dei conti ognuno colga quello che gli serve, e che anche se non tutte cogliamo sempre il punto, possiamo sempre trovare la calma per confrontarci. Non ho nulla da aggiungere oggi ai vostri commenti, ma mi auguro che continuerete a stare in mia compagnia e ad apportare le domande che vi stanno a cuore così come avete sempre fatto.

    Vi aspetto su Giorni Moderni! A prestissimo!

  8. 13 maggio 2015 / ore 15:09

    Complimenti Chiara, parole davvero sagge e ispiranti. Mi sento già più in pace :-)
    “Il punto è essere in contatto con la tua vera saggezza”: non saprei dirlo meglio. Kudos!
    Terrò d’occhio il tuo blog, merita.

  9. 3 giugno 2015 / ore 12:59
    Chiara Grandin

    @Valter: Ciao Valter e benvenuto qui in nostri compagnia! Il blog ora si è spostato a questo indirizzo: http://giornimoderni.donnamoderna.com/affetti/coaching-caffe/
    Speriamo che tu ci venga a trovare anche qui… a presto!

Comments are closed.