63

La funzione positiva e negativa dell’amante

Possiamo immaginare che vi sia una funzione positiva nella figura dell’amante? Sembra che tale figura si sia moltiplicata e sia presente in molte coppie? Personalmente non mi sento di incoraggiare una donna a iniziare una relazione con un uomo sposato, magari con figli. Ci possono essere delle eccezioni, vediamole.
L’uomo è realmente in procinto di separarsi dalla moglie e dimostra di essere veramente coinvolto nella nuova storia. Molto spesso una crisi matrimoniale fa pensare che la coppia stia per saltare, ma non è così! L’uomo subito in questo caso, si spaventa e si mette subito alla ricerca di una nuova compagna, perché ha paura di star solo più della sua stessa moglie: di solito non seleziona troppo la nuova compagna, pur che lei sia pronta a sostituire la perdita della consorte. Poi succede che l’uomo che era assai considerato, non rompe il matrimonio che invece si mantiene, magari con molti compromessi. I coniugi stringono i denti e resistono per ancora un po’ di tempo. La donna che sarebbe diventata amante poi compagna, magari innamorata, rimane assai delusa e sofferente e finirà per odiare gli uomini in generale. Si potrebbe supporre che la donna che avrebbe accettato di mettersi con l’uomo sposato, abbia senza saperlo aiutato al mantenimento del matrimonio in crisi, ingelosendo la moglie o spaventando l’uomo che avrebbe dovuto assumersi troppe responsabilità nel cambiamento di stato.
Nel caso la situazione sia all’opposto, cioè ci siano le condizioni autentiche, quel che avverrebbe rientrerebbe nella normalità della vita sociale. Le donne sono stanche di menzogne e d’inaffidabilità dell’uomo e sentono che desiderano un’alternativa più convincente. Dovrebbero pensarci un poco, specialmente se ci sono figli di mezzo, però se sono convinte dell’uomo che amano e del marito, verso il quale, da tempo, sopportano sentimenti di rabbia, di disistima, o d’indifferenza, possono essere ben comprese rispetto all’azione di separazione alla quale si apprestano non senza poca fatica.
Non viviamo in tempi nei quali la donna-moglie-mamma doveva sopportare tutti i disagi di un matrimonio perché era immorale e separarsi (sgridate dalle madri e dai padri) era indignitoso o riprovevole.
Ci sono poi donne che si accompagnano a uomini sposati che si sentono sostenuti e piacevolmente intrattenuti da donne disposte a essere amanti tutta la vita con quell’uomo, se quell’uomo le accetterà.
E’ probabile che in molti casi, la coppia matrimoniale dell’uomo si mantenga, forse anche la moglie potrebbe nascondere un amante. In questo modo si creare una vita scissa che però mantiene un certo equilibrio. Non invidierei tale situazione, ma per dovere di cronaca, come si dice, ne parliamo ossia parliamo della ipocrisia che è implicita in tale situazione. Non mi sento ovviamente di biasimare nessuno.
L’amante spesso può risollevare l’umore di una donna afflitta, svalorizzata e restituirle un po’ di autostima. Lo stesso potrebbe valere per l’uomo. Bisogna vedere caso per caso, . Di solito con l’amante si va incontro a delusioni dolorose, ma in qualche caso si può comprenderne il senso positivo, entrando nello specifico di una storia che, tutto sommato, sembra felice.?

roberto.pani

e
voi cosa ne pensate ?

Commenti

  1. 23 giugno 2015 / ore 21:53
    Finger

    Ciao a tutti, sono 6 mesi che ho iniziato una relazione con un uomo sposato…è un collega, E iniziato tutto per gioco, io in procinto di sposarmi e lui che diceva di essere in crisi con la moglie ma ha sempre chiarito che non l’avrebbe mai lasciata perché ama troppe le figlie, mi ha raccontato di aver tentato ma che tale situazione aveva delle ripercussioni sulle ragazze e lui non vuole perderle…
    Sapevo perfettamente che erano solo scuse ma non credevo potessimo finire insieme e non me ne sono curata…
    Poi però è successo inizialmente e tanta passione per muro e coccole attenzioni finché non è finito tutto… Il mio matrimonio si avvicinava e lui faceva sempre più dei passi indietro diceva spaventato per la situazione e per non turbarmi troppo… Ma così facendo finito per tutti turbarmi ancora di più… Mi sono sposata e dopo poche settimane cominciato a vederlo in realtà non abbiamo mai smesso…
    Capisco di avere bisogno di aiuto..non riesco a venirne fuori..amo mio marito non so neppure che cosa mi è successo.. È brutto dirlo ma credo per lui sia solo una questione di sesso lui lo nega ma non mi dice mai neanche un ti voglio bene:((
    È attratto molto da me sono 15 anni più giovane di lui ma credo non ci sia altro

  2. 23 giugno 2015 / ore 21:55
    Ginger

    Ciao a tutti, sono 6 mesi che ho iniziato una relazione con un uomo sposato…è un collega, E iniziato tutto per gioco, io in procinto di sposarmi e lui che diceva di essere in crisi con la moglie ma ha sempre chiarito che non l’avrebbe mai lasciata perché ama troppe le figlie, mi ha raccontato di aver tentato ma che tale situazione aveva delle ripercussioni sulle ragazze e lui non vuole perderle…
    Sapevo perfettamente che erano solo scuse ma non credevo potessimo finire insieme e non me ne sono curata…
    Poi però è successo inizialmente e tanta passione, premure, coccole, attenzioni e regali finché non è finito tutto… Il mio matrimonio si avvicinava e lui faceva sempre più dei passi indietro diceva spaventato per la situazione e per non turbarmi troppo… Ma così facendo finito per tutti turbarmi ancora di più… Mi sono sposata e dopo poche settimane cominciato a vederlo in realtà non abbiamo mai smesso…
    Capisco di avere bisogno di aiuto..non riesco a venirne fuori..amo mio marito non so neppure che cosa mi è successo.. È brutto dirlo ma credo per lui sia solo una questione di sesso lui lo nega ma non mi dice mai neanche un ti voglio bene:((
    È attratto molto da me sono 15 anni più giovane di lui ma credo non ci sia altro

  3. 1 agosto 2015 / ore 15:39
    Sanly

    Ho vissuto x un anno e mezzo una storia dove lasciamo entrambi i nostri coniugi e decidiamo di conoscerci…inizialmente in modo segreto x non dare nell occhio (abitiamo in un piccolo paese della Calabria dove tutti si conoscono)ma dopo un anno e tanti lasci e prendi di lui x motivi mai abbastanza chiari..gli chiedo di vivere questo nostro Amore alla luce del sole…ma lui mi nega questo…dicendomi che più di incontri settimanali sempre nascosti non mi potrà dare…sofferente chiudo la storia….pensando che forse mi ha solo usata…e io mi sono innamorata di un tizio che voleva solo un amante e non una storia da vivere….ho 42anni e lui 44….ne esco delusa e molto amareggiata…pensando che non riuscirò più ad amare.

  4. 10 agosto 2015 / ore 00:03
    Tess

    Da otto anni ho una relazione con un uomo sposato che ha 13 anni più di me. Due anni fa mi sono separata, ma per ragioni estranee a questa storia.
    Una vita interessante, due figli, tanti amici ed un lavoro che amo e mi riempie di soddisfazioni, colta, di bella presenza e cinquantenne, non mi mancano le occasioni per trovarmi un compagno libero, ma non mi interessa perché quest’uomo mi offre un amore sincero ed appagante. Ci vediamo ogni giorno, troviamo anche il modo di trascorrere delle vacanze insieme ed in questi anni abbiamo costruito un legame forte. Le ragioni per cui non lascia la moglie sono valide e condivise anche da parte mia. Rapprenta da otto anni la parte più bella della mia quotidianità.

  5. 15 agosto 2015 / ore 11:21
    Eva

    ciao Lara,
    Dopo lunghi mesi, ancora siamo insieme, ma stavolta ci siamo dati una scadenza dove oltre io non vado. Lui è molto propenso ad andarsene lo sento sempre più insofferente in quella casa, non so se avrà mai il coraggio, ma avere questa data mi aiuta ad andare avanti dopo quel giorno o inizia il nostro rapporto sicuramente difficile all’inizio o ci lasciamo.

  6. 9 settembre 2016 / ore 22:28
    Fabio

    Evidente non era pronto e voleva solo divertirsi, detto cio mica lo giustifico… Il mio motto essere chiari ed espliciti
    Io sono di Catanzaro

  7. 11 settembre 2016 / ore 21:29

    Si può ben comprendere . Si tratta di una storia investita di illusione e non vedo funzione positiva, se non per comprendere che bisogna stare attenti sul significato della persona di cui ci innamoriamo

    roberto pani

  8. 11 settembre 2016 / ore 21:32

    In questo caso l’esperienza é positiva, visto che anche tu comprendi le ragioni per le quali lui non può lasciare la moglie.
    D’altra parte sono parecchie le donne che non si sentono di convivere.
    Amano una storia autentica, ma stanno bene a casa propria
    roberto.pani

  9. 13 settembre 2016 / ore 08:39
    Dany

    Sono in coppia da 14 anni, sposata da 11. Incredibile a dirsi ma il mio è un matrimonio senza sesso, una o massimo due volte all’anno. Dalla gravidanza in poi non mi sono più sentita desiderata. Mio marito è una persona buona ma la comunicazione fra di noi non è stata buona, e circa 6 mesi fa ho scoperto che aveva fatto grossi debiti, e che mancavano soldi da un conto corrente…già in passato mi aveva fatto cose simili, ma in piccolo e avevo chiuso un occhio, pur dicendogli chiaramente che non andava.
    Nello stesso periodo ho cominciato una corrispondenza con un uomo molto più giovane di me che avevo conosciuto per caso in vacanza. Mi sono aperta con lui e ho apprezzato molto il suo tono delicato e anche la passionalità e sincerità che trasparivano. Ho deciso di andare a passare qualche giorno con lui che vive molto molto lontano. Li è sbocciato l’amore, una comprensione profonda e sicuramente molta passione. Ci sono tornata due mesi dopo e il sentimento si è rafforzato. Purtroppo non è una storia che si può vivere al quotidiano, anche se lui vorrebbe, per la lontananza, la differenza di età che è tanta. Però grazie a lui mi sono sentita di nuovo donna. Ci scriviamo e parliamo su skype e mi manca moltissimo perché con lui posso parlare, ridere, piangere e sentirmi donna. Nel frattempo mio marito ha iniziato una terapia e mo ha chiesto di fare terapia di coppia. Ho accettato perché vorrei dare una chance al matrimonio per amore di mio figlio che ha solo 10 anni. Ora però devo vedere il terapeuta da sola e so che tutto ciò che dico deve poter essere detto anche quando ci sarà mio marito. Non so che fare, ho provato a interrompere i contatti con il mio amore lontano, ma mi pare di strapparmi il cuore. Confessare rischia di far peggio, ma non dire sicuramente non aiuta la terapia. Una parte di me vorrebbe potersi godere a fondo questa storia, andare da lui quando posso…un’altra parte ovviamente non vuole rivoluzionare la vita.
    Sono molto confusa e soffro.
    Non mi era capitato prima e non sarebbe capitato se mi non mi fossi sentita per così tanto tempo ignorata e insoddisfatta.

  10. 20 settembre 2016 / ore 01:00
    Lucia

    Incredibile come mo sia ritrovata nel primo esempio. Lui in procinto di separarsi incontra me e inizia a far progetti. Ti amo, voglio stare con te. Non abbiamo nessun rapporto sessuale, solo effusioni e molta attrazione mentale.
    La moglie scopre tutto e lui va dietrofront. Sono stata usata?Certamente. Oltre il danno la beffa: solo poi ho scoperto che nonostante la crisi continuava a fare sesso con la moglie. Paradossale.

Comments are closed.

/colonna dx -->", $arr_107 ) ) ); ?>