Il tuo sogno viaggia con EXPO: I Mediterranei, un progetto di co-sailing

I mediterranei

Giuliana Rogano ha 43 anni, è un architetto con la passione per i viaggi, la vela e la fotografia. Oggi è nella carrozza live di Expoexpress a raccontare il suo sogno possibile.

Dopo aver lavorato per 15 anni per una grande impresa di costruzioni napoletana come “quality control manager” e production manager” in grossi cantieri nell’area casertana, ha scoperto il mondo della vela e della navigazione.

Sono passati 10 anni e da allora si è appassionata al punto tale di decidere di mollare il lavoro per realizzare insieme ad un gruppo di amici (non napoletani ma di Roma, Bologna, La Spezia, Milano) un progetto apparentemente ambizioso ma sicuramente realizzabile grazie alla passione e all’impegno.

“Insomma un sogno possibile come lo definite voi! Il nostro motto è : “…E tu invece che fai? Sogno. E poi? poi cosa fai? E poi lo faccio. Che cosa? Il sogno!” Simone mi ha parlato del suo sogno, diventato poi il nostro, 2 anni fa a Ponza, seduti ad un tavolino di un bar e io, così come Francesca e Marco poi, ho detto subito “si lo faccio”. Il nostro sogno era girare il Mar Mediterraneo in barca a vela, raccogliendo le voci della gente del Mediterraneo, facendo qualcosa di utile per il nostro mare, formando giovani appassionati di mare e navigazione”, spiega Giuliana.

“Noi non abbiamo vinto mondiali di vela, non abbiamo fatto giri del mondo in solitaria… Siamo gente qualunque, ma non siamo gente comune. C’è grande differenza tra queste due cose. Non ci crucciamo di essere uno qualunque. Ognuno di noi è uno qualunque. Ma non vogliamo essere persone comuni! Un progetto, quando è la conseguenza concreta di un sogno, deve essere realizzato. In ogni caso. Il problema non è mai economico: non è che oggi manchino i soldi e dunque i sogni non si possono realizzare… Le cose sono esattamente all’opposto: non ci sono sogni, dunque i soldi per realizzarli non circolano, e questo appare a tutti come un ostacolo insormontabile (e una splendida scusa). Una buona idea, quando è irrorata dalla passione e dalla convergenza con un sogno, trova sempre il modo di essere realizzata.”

Hanno realizzato il primo progetto di co-sailing: 40 persone che si sono unite a loro finanziando il progetto, che è diventato così anche il loro perché ora girano il Mediterraneo insieme.

“Ci chiamiamo i Mediterranei: partiti da San Benedetto del Tronto il 17 maggio 2014 siamo arrivati ad Istanbul il 3 dicembre”.