26

Scarso desiderio sessuale femminile: minitest

desiderio-sessuale-ipoattivo.jpgLo scarso desiderio sessuale è il disturbo più frequente riscontrato nella vita sessuale delle donne. Circa una donna su dieci vive questa condizione, spesso con disagio, tanto che il disturbo è stato inserito nella Bibbia degli psichiatri, il Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, Quarta Edizione (DSM-IV-TR), dove viene denominato “desiderio sessuale ipoattivo” (in sigla HSDD, dall’inglese hypoactive sexual desire disorder).

Il desiderio sessuale ipoattivo riguarda la persistente carenza (o assenza) di fantasie o desiderio sessuale, relativamente a qualsiasi forma di attività sessuale, che causi marcato disagio o difficoltà interpersonali. E’ importante questa ultima precisazione, perché le donne che non si sentono a disagio, con sé stesse e col partner, per questa mancanza cronica di desiderio sessuale, non possono certamente essere considerate “malate“.

Ci sono però molte donne che vivono questa condizione di mancanza di desiderio con grande sofferenza e sensi di colpa e che farebbero chissà cosa per trovare questa “spinta” motivante al rapporto sessuale in qualche parte di sé stesse, in modo da avere un rapporto di coppia più intenso e soddisfacente. (Personalmente posso confermare che la maggior parte delle mie pazienti ha questo problema)

A queste donne stanno dedicando la ricerca molti gruppi farmaceutici, prevedendo un mercato molto fiorente: si tratta di capire infatti cosa potrebbe essere l’equivalente della pillola blu degli uomini, che però in questo caso dovrebbe agire non tanto sull’organo sessuale, quanto nel cervello, stimolando interesse e desiderio.

Il gruppo Boehringer Ingelheim è una delle 20 principali aziende mondiali nel settore farmaceutico ed è uno di questi gruppi che sta investendo in ricerca in questo settore.

Al meeting annuale della Società Internazionale per lo Studio della salute sessuale, tenutosi a  St. Petersburg, Florida, il Gruppo ha presentato uno studio basato su un semplicissimo questionario in cinque domande, che vi riporto per una vostra auto-valutazione.

Nella ricerca, il questionario è stato sottoposto a donne di età compresa fra i 18 e gli 88 anni, provenienti da Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito.

Questo è lo strumento diagnostico utilizzato (DSDS ®): provate a capire se avete anche voi il disturbo sessuale di cui parliamo, rispondendo si o no a queste domande. (In fondo la soluzione del test).

1) In passato,  il tuo livello di desiderio / interesse sessuale era buono o soddisafcente per te?

2) C’è stato un calo nel livello di desiderio sessuale / interesse?

3) Se c’è stato un calo del desiderio/interesse sessuale, questa situazione ti infastidisce?

4) Desideri che il tuo livello di desiderio / interesse sessuale aumenti ?

5) Cosa può aver contribuito a far diminuire il tuo interesse sessuale?

a) Farmaci, droghe o alcol che sto assumendo

b) Gravidanza, parto recente, sintomi della menopausa

c) Altri problemi sessuali (dolore, diminuzione dell’eccitazione o anorgasmia)

d)  I problemi sessuali del partner

e)  Insoddisfazione per il rapporto di coppia o partner

f)  Stress o fatica

Se avete risposto tutti “Sì” alle domande da uno a quattro, e  tutti “No” ai fattori specificati nella domanda cinque, vi potete ritenere interessata al disturbo da desiderio sessuale ipoattivo HSDD.

Risultati ottenuti nello studio: su un totale di 65.129 donne intervistate, 7.542 hanno risposto “sì” a tutte e quattro le prime domande e tutti no ai fattori elencati nella domanda cinque.

Fonte: Boehringer Ingelheim, via Medical News Today

Dr. Giuliana Proietti
Immagine: NeoGabox

Commenti

  1. 18 luglio 2012 / ore 21:30
    monica

    ciao ho 48 anni sposata de 27 e due figli, non sono mai stata una donna molto calorosa ma fare sesso ogni tanto non mi dava problemi, premetto da sempre prendo un leggero antidepressivo, e ho una scarsa autostima, ho vissuto periodi alterni di alti e bassi penso come tanti, ma ormai da circa tre anni non ho desiderio sessuale e la cosa mi fa stare male e la scarsa autostima va sotto i piedi, mi chiedo ma sono una donna….. non so, mi sento persa, qualcuno mi può consigliare, grazie
    ciao

  2. 19 agosto 2012 / ore 18:10
    deb

    ciao ho 39 anni e sto con il mio compagno da 23 anni, come tutti all’inizio il sesso era meraviglioso, poi dopo la nascita di mia figlia (15 anni) il desiderio e’ svanito piano piano fino alla totale scomparsa, la mia vita e’ come quella di tante altre, lavoro, casa famiglia, ma care donne il problema e’ che io non ho problemi perche’ a me’ il sesso non interessa per niente, ma ovviamente il mio compagno non ne puo’ piu’ di questa situazione e mi ha dato un’ultimatum. ora sono costretta per amor di pace ad andare da una ginecologa ed affrontare la cosa seriamente altrimenti la mia famiglia si sfascera’. lo capisco ma io cosa posso fare? non me la sento piu’ di fingere, io posso autocostringermi a fare sesso ma poi ho dolori per una settimana intera!!!! ma che razza di vta e’ questa??? sono davvero molto triste e frustrata perche’ non vedo via d’uscita. leggere quello che ha scritto il marito della signora e’ come sentir parlare il mio compagno, e capisco che per un’uomo sano fare l’amore sia molto importante, e capisco le difficolta’ maschili, ma alla fine il mio problema resta invariato. HELP, qualcuna e’ riuscita a trovare una soluzione??? perche’ non esiste una pillola anche per noi donne???? com’e’ che per noi e’ sempre tutto piu’ complicato??? cosa posso fare in pratica??? accetto qualsiasi suggerimento. grazie e auguri a tutte

  3. 25 agosto 2012 / ore 09:21
    aldo

    Ciao Deb , l’idea di fare sesso con un altro uomo all’insaputa di tuo marito ti eccita? se si questa e’ la soluzione .Mia moglie 53 anni aveva scarso desiderio sessuale , l’ho fatta corteggiare da un uomo fidato e si e’ sbloccata a tal punto che ora mi chiede lei di farlo. Grazie , Aldo lecce.

Comments are closed.