39

Scarso desiderio sessuale femminile: minitest

desiderio-sessuale-ipoattivo.jpgLo scarso desiderio sessuale è il disturbo più frequente riscontrato nella vita sessuale delle donne. Circa una donna su dieci vive questa condizione, spesso con disagio, tanto che il disturbo è stato inserito nella Bibbia degli psichiatri, il Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, Quarta Edizione (DSM-IV-TR), dove viene denominato “desiderio sessuale ipoattivo” (in sigla HSDD, dall’inglese hypoactive sexual desire disorder).

Il desiderio sessuale ipoattivo riguarda la persistente carenza (o assenza) di fantasie o desiderio sessuale, relativamente a qualsiasi forma di attività sessuale, che causi marcato disagio o difficoltà interpersonali. E’ importante questa ultima precisazione, perché le donne che non si sentono a disagio, con sé stesse e col partner, per questa mancanza cronica di desiderio sessuale, non possono certamente essere considerate “malate“.

Ci sono però molte donne che vivono questa condizione di mancanza di desiderio con grande sofferenza e sensi di colpa e che farebbero chissà cosa per trovare questa “spinta” motivante al rapporto sessuale in qualche parte di sé stesse, in modo da avere un rapporto di coppia più intenso e soddisfacente. (Personalmente posso confermare che la maggior parte delle mie pazienti ha questo problema)

A queste donne stanno dedicando la ricerca molti gruppi farmaceutici, prevedendo un mercato molto fiorente: si tratta di capire infatti cosa potrebbe essere l’equivalente della pillola blu degli uomini, che però in questo caso dovrebbe agire non tanto sull’organo sessuale, quanto nel cervello, stimolando interesse e desiderio.

Il gruppo Boehringer Ingelheim è una delle 20 principali aziende mondiali nel settore farmaceutico ed è uno di questi gruppi che sta investendo in ricerca in questo settore.

Al meeting annuale della Società Internazionale per lo Studio della salute sessuale, tenutosi a  St. Petersburg, Florida, il Gruppo ha presentato uno studio basato su un semplicissimo questionario in cinque domande, che vi riporto per una vostra auto-valutazione.

Nella ricerca, il questionario è stato sottoposto a donne di età compresa fra i 18 e gli 88 anni, provenienti da Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito.

Questo è lo strumento diagnostico utilizzato (DSDS ®): provate a capire se avete anche voi il disturbo sessuale di cui parliamo, rispondendo si o no a queste domande. (In fondo la soluzione del test).

1) In passato,  il tuo livello di desiderio / interesse sessuale era buono o soddisafcente per te?

2) C’è stato un calo nel livello di desiderio sessuale / interesse?

3) Se c’è stato un calo del desiderio/interesse sessuale, questa situazione ti infastidisce?

4) Desideri che il tuo livello di desiderio / interesse sessuale aumenti ?

5) Cosa può aver contribuito a far diminuire il tuo interesse sessuale?

a) Farmaci, droghe o alcol che sto assumendo

b) Gravidanza, parto recente, sintomi della menopausa

c) Altri problemi sessuali (dolore, diminuzione dell’eccitazione o anorgasmia)

d)  I problemi sessuali del partner

e)  Insoddisfazione per il rapporto di coppia o partner

f)  Stress o fatica

Se avete risposto tutti “Sì” alle domande da uno a quattro, e  tutti “No” ai fattori specificati nella domanda cinque, vi potete ritenere interessata al disturbo da desiderio sessuale ipoattivo HSDD.

Risultati ottenuti nello studio: su un totale di 65.129 donne intervistate, 7.542 hanno risposto “sì” a tutte e quattro le prime domande e tutti no ai fattori elencati nella domanda cinque.

Fonte: Boehringer Ingelheim, via Medical News Today

Dr. Giuliana Proietti
Immagine: NeoGabox

Commenti

  1. 31 dicembre 2012 / ore 02:22
    Delusissimo

    Caro Mauro, mi specchio nella tua storia…che delusione e che sofferenza aver tanto da dare e una moglie che rifiuta il tuo ardore quasi seccata, a volte vorrei che avesse un amante almeno potrei pensare che e’ colpa mia…

  2. 13 gennaio 2013 / ore 03:09
    Stefano

    Sono un uomo di 44 anni. Mia moglie fa sempre più fatica a fare l’amore con me. Ormai ci sono volte che spero di andare a letto e avere qualche reazione da parte sua. Credo che il problema tra uomo e donna quando si arriva ad un certo punto sia di difficile soluzione. Capisco le donne, davvero, però essendo io un uomo posso solo darci il mio punto di vista. Per un discorso di obbiettivitá non potrei fare diversamente. Credo che il problema in genere diventi sempre più grande in realtà. Poichè quando i rapporti cominciano a diventare più radi, l’uomo comincia ad avere sempre più il desiderio. Quindi vive spesso nella speranza di vedere magari la moglie che compaia di giorno o di notte con qualche abito provocante o comunque della biancheria piccante, e nulla succede. Beh io credo che dopo qualche periodo di attesa, non sia nemmeno corretto chiedere ad un uomo di annullare completamente la sua volontà. Personalmente credo che la soluzione per me sarà la separazione. Altrimenti spiegate i quale differenza c’è tra una moglie e una donna di servizio. Questa dichiarazione non vuole essere una offesa ma anzi. Io non sarei contento di sapere che mia moglie fa sesso con me solo perché Sto arrivando! Che io ne ho la necessità. Purtroppo credo che neanche il tradimento sia una soluzione. Quindi anche se amo follemente mia moglie, mi sto preparando mentalmente a perdere mia moglie e mia figlia. Non riesco proprio a credere che dovrò masturbar i per il rsto della vita o aspettare che torni la voglia a me. Anche perché questo porta a rapporti interpersonali inevitabilmente molto tesi. A questa stregua credo sia meglio che ogni uno vada per la sua strada. A chi riesce a risolvere la cosa dico solo; sono estremamente felice per te. Incredibile come un uomo possa arrivare a comprendere almeno in parte quelli che vanno con le prostitute. Io non lo ho mai fatto, ma ora cominciò a pensare che forse per un uomo è la soluzione più semplice. Auguro i a tutti. Io mollò.

  3. 25 febbraio 2013 / ore 12:33
    KITTY

    Rischio di essere noiosa……perché non ho cose tanto diverse da dire rispetto a quello che hanno scritto molte donne della mia età (io ne ho 40).Anche noi sposati da un pò di anni, due figli stupendi, entrambi un lavoro appagante anche se impegnativo (lavoriamo in proprio tutti e due) con un grosso problema, naturalmente secondo mio marito: si fa poco l’amore (per la cronaca, non meno di due volte a settimana, volendo dare un’idea). Le solite manfrine: da quando ci sono i bambini sei diversa (davvero?è già qualcosa che se ne sia accorto mi dico io), prima lo si faceva di più (forse, ma francamente non mi pare che sia mai stato giornaliero, tanto più che da fidanzati soprattutto ci si vedeva solo nel week end!), è colpa tua che non prendi mai l’iniziativa (vero, quasi mai. Ma il vero motivo di questa situazione è il seguente: posso io avere voglia di stare un pò abbracciata a mio marito e dargli qualche bacetto SENZA PER QUESTO FINIRE PER FORZA A FARE L’AMORE?NOOOO, perché lui dice che se io inizio lui poi non si sa più controllare e non riesce a non fare niente!Risultato?mi trattengo perché se poi dovesse mai essere che non ho voglia, mi manda a quale paese!AVVILENTE, perché io credo che non di soli atti sessuali vive l’amore!) e, per finire, che fosse per me si farebbe anche solo una volta al mese (magari potessi scoprire se è vero!!!). Non so: qui ho letto che per tenersi stretti gli uomini non bisogna dare più di 4 rifiuti, leggo di uomini che, per carità legittimo, rivogliono la loro regina appassionata e sfrontata e sempre pronta e vogliosa. Ma possibile che non si capisca che per una donna la gravidanza E’ UN CAMBIAMENTO: da quel momento NON SEI PIU’ COME PRIMA, NON PUO’ ESSERE COME PRIMA, cambi fisicamente, cambi biologicamente, cambiano le tue priorità, si dorme poco, poco tempo per se stesse e che fatica ritagliarselo… non so è così difficile capirlo, a me sembra lapalissiano!e mentre tu cerchi di restare tutta intera devi pure sentirti in colpa perché NON E’ PIU’ COME PRIMA, NON E’ PIU’ FREQUENTE COME PRIMA…..ecc ecc. Allora io chiedo, perché nonostante tutto vorrei capire: magari la volta che si fa l’amore partecipo poco? no mi si dice, quando lo facciamo sento che ci sei (è già qiulacosa!). Allora penso: macherò in qualcosa chessò, mi faccio troppo i fatti miei?no, neppure questo sono presente tranne qualche volta che vivi un pò nel tuo mondo (evabbè capita!). Ma allora cos’è solo un problema di quantità? Allora basta farlo tutti i giorni anche se poi hai una lì che pare la bella statuina? Ma dico, uomini, anzi ditemi voi per favore: ma non è mica meglio farlo quella volta in meno ma avere una donna partecipe?iO SONO SICURISSIMA che se mio marito non mi assillasse così tanto e non cogliesse ogni occasione per dirmi quanto sono cambiata, quanto prima era diverso, quanto…quanto….quanto…., DICEVO SONO SICURISSIMA CHE MAGARI ME LA VIVREI ANCHE PIU’ SERENAMENTE!!!Poi leggo: e ma prima o poi il mio uomo si stufa!Il mio uomo si stufa?ma una donna si ama in base a quante volte si concede? QUALCUNO MI ILLUMINA?

  4. 16 marzo 2013 / ore 00:38
    mircoele

    Ciao a tutti,sono un uomo di 34 anni,12 anni che sto con mia moglie di cui 7 di matrimonio ,lei a 30 anni ,siamo genitori di una splendida bambina di 2 anni. Dopo aver letto tutti i commenti mi rendo conto che non sono l’unico uomo perdutamente innamorato di sua moglie che purtroppo a problemi di sesso,mi spiego meglio ,da quando ci siamo sposati abbiamo iniziato subito a provare ad avere un figlio ma questo non e accaduto ,5 anni di esami (che risultavano essere perfetti a tutti e 2) dottori e cure per procreare ma nulla fino al momento che abbiamo deciso provare con la fecondazione assistita,ma per fortuna poco prima mia moglie e rimasta incinta,fino a questo momento avevamo una vita sessuale che riteniamo giusta, ma da quel momento e diventato un vero calvario per me perche inizialmente mi sono rifiutato di fare l’amore terrorizato di poter creare un aborto,poi con il passare dei mesi e crescito il grembo e per paure non lo facevamo,ma eravamo entrambi d’accordo di questa astinenza,ma dopo il parto io mi aspettavo che tornassimo alla “normalita” ma questo non è sucesso, mia moglie dice di aver perso completamente lo stimolo ed il desiderio ma a lei va bene cosi si sente appagata lo stesso.Qui nasce il problema io ho desiderio e lei no tutto questo sta diventando un problema per la coppia i sui continui rifiuti mi devastano la capisco ma e dura vederla a suo modo, non vorrei essere pigniolo ma in questi ultimi 3 anni abiamo avuto soltanto 3 rapporti bellissimi ma 3 non posso credere che possa andar bene,almeno a me assolutamente no,vorrei chiedere come posso fare x far cambiare la situazione in meglio,grazie in anticipo

Commenta anche tu!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>