1

Turismo sessuale a danno dei minori

Il turismo sessuale a danno dei minori è un fenomeno spesso sottovalutato e considerato come lontano e poco influente. Le cifre invece dicono che è un fenomeno purtroppo molto radicato. Il nostro Paese occupa, infatti, il quinto posto mondiale nella classifica dei turisti sessuali dopo Usa, Germania, Francia e Australia. Coinvolge soprattutto uomini tra i 25 e i 30 anni che, partono con agenzie turistiche classiche, trovando poi sul posto di arrivo i contatti per avere  bambini a loro disposizione. Le agenzie italiane per lo più si affidano ai fornitori locali senza sapere se questi sono o meno collegati alla pedofilia internazionale. Per contrastare il fenomeno l’Ecpat (End Child Prostitution, Pornography and Trafficking) un ente internazionale che da anni è impegnata per eliminare lo sfruttamento sessuale dei bambini in tutto il mondo, ha attivato sul suo sito un corso interattivo con quiz e giochi di ruolo. Il corso è diretto principalmente agli operatori turistici, ma è fruibile da chiunque, ed è stato ideato per spiegare il fenomeno e le strategie possibili da adottare per arginarlo.

È possibile anche scaricare una guida breve in cui vengono illustrati tutti i temi principali legati al fenomeno, dalle conseguenze psicofisiche per i bambini alle norme internazionali che tentano di arginare il problema.

Nella guida sono puntualizzati 7 punti fondamentali per contrastare il turismo sessuale sui minori rivolte a chiunque:

1. Lo sfruttamento sessuale dei minori nei viaggi e nel turismo è una violazione dei diritti dei bambini. Chiunque dovrebbe impegnarsi per contrastarlo;

2. Incentivare le Aziende turistiche ad integrare nella propria politica aziendale la protezione dei minori;

3. Aggiornarsi costantemente sul fenomeno consultando, per esempio, il sito di ECPAT-International (www.ecpat.net).

4. Evitare destinazioni dove forte è la presenza di sfruttamento sessuale dei minori

5. Informare amici e conoscenti di questo triste fenomeno

6. Sostenere le organizzazioni che contrastano lo sfruttamento sessuale dei minori

7. Quando si viaggia o si soggiorna all’estero ricordarsi di segnalare ogni caso sospetto alle autorità locali, collegandovi ai siti web http://www.unwto.org/protect_children/ ; www.ecpat.net se tutto questo non fosse possibile al vostro rientro potrete segnalare il fatto all’agenzia di viaggi oppure al tour operator

Cosa segnalare/denunciare?

a. Un turista che abusa sessualmente di un minore

b. Una persona che sta “acquistando” o “vendendo” un bambino

c. Un turista che cerca di reclutare un bambino per una prestazione sessuale

d. Un hotel, un’agenzia… etc. che permettono che nei loro locali lo sfruttamento.

Informazioni si trovano anche sul sito “Viaggi da non fare”.

Qui potete vedere lo spot della campagna.

Fonte: Corriere della sera.it

Foto: Art of Healing di h.koppdelaney

Commenti

  1. 30 settembre 2010 / ore 10:10
    Arianna

    Creedo che siate stati presi di mira da un boot.

Comments are closed.