I giovani, il sesso e il web

Gli adolescenti diventano sempre più avidi consumatori di internet. Secondo il Rapporto 2010 della Società italiana di pediatria aumenta il numero di coloro che passano piu’ di 3 ore al giorno sul web (17,2%) superando quelli che passano piu’ di tre ore al giorno davanti alla TV (15,3%). E nelle tasche tengono sempre l’inseparabile cellulare che è strumento di comunicazione ma anche veicolo per esporsi e tenere comportamenti a rischio. Un ragazzo su tre dichiara di essere disposto a lasciare, infatti, il proprio numero ad uno sconosciuto.
L’uso della tecnologia in sé non è un problema ma va monitorato con attenzione perché può aumentare il pericolo per i ragazzi di esporsi a comportamenti rischiosi.
Alcuni ragazzi e ragazze usano la rete per procurarsi soldi o ricariche del telefonino offrendo proprie foto di nudo. Per l’associazione Save the children, fa cosi’ il 14% dei teenager (il 10% fra chi ha meno di 15 anni). Secondo la stessa ricerca, il 40% degli adolescenti guarda abitualmente immagini a sfondo sessuale, e il 22% ha rapporti intimi con qualcuno conosciuto sul web.
Inviare foto, dare informazioni personali, farsi vedere in webcam, accettare incontri con sconosciuti sono comportamenti percepiti sempre meno come pericolosi. Oltre il 16% (secondo il Rapporto 2010 della Società italiana di pediatria) dichiara di aver dato il proprio numero di telefono a uno sconosciuto, ed il 24,6% non ha esitato a inviare una sua foto.
L’abitudine a una sessualità sempre più esplicita su Internet porta i ragazzi ad avere meno attenzione nei rapporti nella quotidianità, abbassa le inibizioni dei giovani, e così crescono i rapporti non protetti e i comportamenti a rischio.
Il web offre grandi opportunità, ma va usato con cautela. Vanno oppurtunamente vagliate le fonti da cui si prendono le notizie poiché internet può aiutare a diffondere false notizie su sesso e contraccezione.
Bisogna educare gli adolescenti ad usare il Web e non lasciarsi andare a comportamenti a rischio e riconoscere i pericoli cui possono incorrere. Usare internet con la testa e non con leggerezza.

Fonte: Ansa.it

Foto: “Keyboard” di Aleksander Karlsen

Commenti

Commenta anche tu!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>