6

Single per scelta

Ci sono single che non vorrebbero altro che essere in coppia, mentre ci sono altri single che invece non vorrebbero essere altro. La maggior parte delle persone, vuoi per cultura o vuoi per bisogno personale, vede nella coppia la realizzazione più piena dell’essere umano, ma non per tutti è così. Ci sono persone che sono single convinti e tali vogliono rimanere. Questi di solito traggono grande piacere dal vivere soli e dal poter prendere le decisioni in perfetta autonomia senza dover rendere conto ad altri.
In genere queste persone sono viste come degli extraterrestri dalla maggior parte della popolazione. Molti infatti tendono a pensare che se una persona è single ad una certa età c’è sicuramente qualcosa che non va in lei. Oppure che questa sia una persona triste e senza una vita. Questi sono però solo luoghi comuni.
Culturalmente vivere come single è considerato in modo estremamente negativo, ma per molte persone l’essere da soli non lo è affatto. Alcuni possono vivere bene sia in coppia che da soli, molti altri invece, non hanno nessuna intenzione di essere in coppia ma difendono la loro vita da single. Che poi in italiano ci si mette anche la lingua a complicare le cose. Già perché dire “vivere soli” potrebbe portare a pensare che la vita di queste persone sia vuota e solitaria. Niente di più falso. I single per scelta hanno in genere vite molto piene sia di interessi che di amici. Credono solo, al contrario della maggioranza della persone, che la loro vita sia migliore da soli che in coppia.
Se poi ad essere single è una donna è ancora più difficile, ed in genere deve passare la vita quasi a scusarsi con gli altri dell’esserlo. Dovendo trovare le risposte più fantasiose alla domanda “Ma perchè non sei ancora fidanzata?!” e convivere con gli sguardi tristi degli altri che tentano in ogni modo e maniera di farla “accasare”. Grandi passi in avanti sono stati fatti da quando le donne non sposate venivano definite spregiativamente “zitelle”,  ma ancora molto deve essere fatto per accettare definitivamente che non universalmente si ritiene “l’essere in coppia” come l’unico modo di vivere bene.
Vivere da single si può e si può fare con soddisfazione e felicità.

Foto di leosam

Commenti

  1. 11 maggio 2011 / ore 16:58
    Siyrya

    Sono single oramai da diversi anni e devo dire che sono felice di esserlo, considerando storie sbagliati con uomini che avevano ancora dei pregiudizi sulle donne divorziate e indipendenti, e che sceglievano alla fine donne più giovani, oppure uomini che hanno sfruttato il mio stipendio e che si appoggiavano totalmente a me solo per opportunismo. Per fortuna mi sono rassegnata ad una triste realtà per le donne come me e sono riuscita a costruirmi una vita appagante tra lavoro, amici, tanti interessi e poi posso aiutare i miei genitori che sono anziani e stare vicino ai nipotini senza rendere conto ad un marito che mi metterebbe i bastoni tra le ruote ho storie senza impegno soltanto per divertirmi e basta senza complicazioni. Sono divorziata da tanti anni e fino a 40 anni avevo sperato di incontrare una persona con cui avere interessi reciproci e che capisse il mio lavoro nel campo artistico invece contrariamente ho incontrato soltanto problemi, aumentando le storie sbagliate quindi ho deciso oramai nella soglia dei 50 di dedicare la mia vita a me stessa alla vita sociale e familiare

  2. 16 maggio 2011 / ore 18:22
    tina9867

    Sono single e riconosco il piacere dell’ autonomia ma anche la quotidiana fatica di essere guardata “strana”da parenti e amici!

  3. 30 agosto 2011 / ore 16:28
    marco

    Single è solo un modo galante per non definirsi pubblicamente degli sfigati.

  4. 4 ottobre 2011 / ore 00:18
    Tommy

    Io sono single e non sono guardato strano da parenti o amici. Certo c’è chi è single per scelta personale e sta bene così. Perchè ha la compagnia, il gruppo, interessi ecc.. Ma c’è anche chi è single per scelta di altri, (perchè non ha mai avuto occasione di incontrare la persona che si interessava, motivi economici o estetici) come io , che avrei piacere di trovare o almeno provare una vita con la compagna.

  5. 17 febbraio 2012 / ore 00:55
    morettina

    Sono single ormai da quasi 6 anni..e ammetto con tanto orgoglio che in questi 6 anni sono cresciuta e maturata veramente! Sono andata a vivere da sola superando le difficoltà di una separazione con un fidanzato storico, mi sono costruita delle nuove amicizie ho viaggiato in compagnia e da sola, ho aiutato e sostenuto i miei amici in difficoltà e mi sono realizzata nel lavoro! Oggi ho quasi 37 anni, mi dispiace da un lato di non avere ancora potuto avere figli ma più di tutto mi dispiace non aver più incontrato una persona..che ricambiasse l’amore che so dare! Sono felice però perchè credo di aver apprezzato tutto quello che in alternativa la vita mi ha saputo offrire e di cui probabilmente mi sarei privata seguendo una strada diversa…più tradizionale! Di una cosa sono certa…non sarei la donna che sono oggi!! Non sempre la condizione di single deve essere considerata più sfortunata rispetto alle altre..conosco donne della mia età sposate con figli…ma per niente felici! Non credo che l’essere in coppia sia l’elisir della felicità, per questo continuo per la mia strada e guardo avanti…senza piangermi addosso…ma cercando sepre di evolvermi…e di far evolvere la mia vita!!

    1. 21 febbraio 2012 / ore 16:06
      Dott.ssa Laura Nardecchia

      @morettina: grazie per la tua testimonianza, un commento davvero bello che spero sia di sostegno e conforto a molte persone.

Commenta anche tu!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>