238

Ormoni che cambiano velocemente e ormoni che cambiano piano… Menopausa a chi?

Ho letto davvero con interesse la teoria evolutiva della nonna, raccontata ieri da Lupacchiotta. La teoria, proposta da Kristen Hawkes e Nicholas Blurton Jones dell’università dello Utah e da James O’Connell della UCLA di Los Angeles sostengono che i cacciatori fossero inutili e che il vero sostentamento familiare arrivasse dalle nonne, in menopausa, che facevano raccolta di tuberi, nidi, uova, bacche e quant’altro all’intorno del loro insediamento.

Interpreto e vado oltre, dicendo che ogni età e ogni attività umana ha un suo ruolo. Semplicemente questa teoria riafferma il valore di una età spesso poco considerata e ne porta in evidenza alcuni valori spesso male interpretati.

Vi ho promesso un po’ di notizie sulla menopausa, ed ecco che dopo avere fatto un ottimo breakfast con Marion Gluck e con la mia famiglia, ed avere fatto un po’ di lavoro di stesura dei testi dei libri, vado a considerare i punti focali di questo periodo.

In un modo o nell’alro, la donna è abituata a ritmi che si alternano nella propria vita. Nel periodo in cui ci sono le variazioni ormonali tipiche della oscillazione mestruale, c’è sempre un prima, un dopo, un durante e ci sono cicli di umore pensiero e desiderio che sono modulati da qualcosa che assomiglia ad una brezza spesso mutevole. In modo inaspettato questi venti sempre diversi si trasformano in un vento dominante con caratteristiche di continuità e la vela dovrebbe essere orientata in modo preciso in una direzione, raccogliendo il vento più favorevole per usarne la forza con continuità. E’ prevista la nostalgia della mutevolezza, basta considerarla in modo dolce, e lasciare che passi.

Per questo avevo già segnalato qualche settimana fa che la costanza nella attività fisica rappresenta uno degli strumenti più importanti per  mantenere elevato il metabolismo. Simbolicamente poi, camminare, nuotare, tapirulare o correre rappresentano il movimento in una direzione precisa che deve diventare il simbolo della propria azione.

Il metabolismo più elevato ha bisogno di stimoli ormonali diversi da quelli precedenti: il primo e più importante è quello della prima colazione che ha davvero uno stimolo sula leptina e poi sulla tiroide e poi sull’ipofisi, modulando la risposta ormonale e mantenendo delle caratteristiche di “fertilità” psichica, emotiva, creativa e sessuale anche se non più specificamente orientata alla procreazione.

Conosco donne molto vive sessualmente anche molti anni dopo la menopausa perché sono vive dentro… non perché hanno gli ormoni sessuali alle stelle. Ci sono donne che si rimpinzano di ormoni ma sono del tutto spente perché non hanno coltivato la propria parte creativa. Senza alcun desiderio di sessualità attiva o di espressione gioiosa anche se magari hanno il seno a punta e sodo indotto dagli estrogeni…

Servono entrambi gli aspetti: un equilibrio ormonale (prima colazione, movimento fisico, bilanciamento corretto di carboidrati e proteine per controllare l’insulina) e un apporto di sostanze ad azione ormonale, naturale.

L’uso della soia alimentare (non OGM), la riduzione del latte vaccino a favore di altri latti vegetali, l’uso di piante come il tè verde o la salvia o il luppolo, tutti con debole e naturale contenuto di estrogeni o l’uso di alcuni specifici integratori a base di soia, di trifoglio rosso, o di Cimicifuga (l’erba delle squaw indiane) sono spesso sufficienti a mantenere un bilanciamento equilibrato dell’apporto ormonale.

Ricordo a tutte l’impiego degli oli. Chi crede di potere eliminare gli oli crudi dalla propria alimentazione si trova poi con pelle secca e ormoni scarsissimi. Ho già detto che l’uso del Cromo (ad esempio Picocromo Superconcentrated) in misura di una capsula al giorno, consente di migliorare la sensibilità insulinica e di ottimizzare la propria funzione ormonale e di migliorare la capacità di consumo di massa grassa di ogni individuo.

Nel capitolo sulle mestruazioni assenti di Eurosalus, o direttamente su “Menopausa” o “Caldane” ci sono una serie di indicazioni utili per affrontare sintomi specifici.

Prima di lavorare su questi però, è bene che chiunque lavori su se stesso.

  • Il metabolismo cambia? Muovendosi TUTTI i giorni lo si tiene elevato.
  • La pancia si ingrossa? Definendo i 3 pasti della settimana in cui si può mangiare un dolce (in modo da eliminare lo zucchero e la sua valenza di segnale) si mette in moto un meccanismo virtuoso preciso.
  • Lo stomaco è sempre gonfio? Definendo quando mangiare lieviti si ottiene una risposta sicura dell’organismo.
  • L’umore è basso? Ci sono ottimi strumenti di supporto (io faccio utilizzare spesso iperico, fiori australiani, rimedi omeopatici come Dolisobios 16).

Il migliore di tutti gli strumenti di riequilibrio è decidere dove volere essere e come volerci essere a distanza di qualche mese. E’ importante indirizzarsi là e sentirsi già come si vuole essere.

Perché a qualsiasi età si può essere fantastiche, attraenti e speciali…

Buona giornata

Attilio

Commenti

  1. 17 aprile 2011 / ore 23:06
    mari (mariella) - MB

    ma forse ho perso un pezzo…si è fatto male in partita?

  2. 17 aprile 2011 / ore 23:09
    Patty58(RM)

    grazie Eli, si lo so, lui è affidabile e sicuramente accorto….però…..

    Si Mary, gli è completmente uscita una spalla, gliel’hanno rimessa a posto sotto anestesia al p.s. a Lignano, ma poi domani deve andare a Trieste per fare il punto della situazione

    Cioè credo che stsera abbiano fatto diciamo il primo intervento, a quel che ho capito e lo hanno bloccato

  3. 17 aprile 2011 / ore 23:10
    Patty58(RM)

    Notte a tutte….mi è venuto un po’ e mal e cap, Anyuzzola direbbe così!!

    A domani!!

  4. 17 aprile 2011 / ore 23:12
    mari (mariella) - MB

    Povero! Cerca di stare tranquilla….per quanto possibile! Speriamo ti faccia sapere qualcosa quanto prima….

  5. 17 aprile 2011 / ore 23:12
    mari (mariella) - MB

    Buonanotte a tutte voi!

  6. 18 aprile 2011 / ore 21:36
    lucia rita

    E’ la prima volta che scrivo qui. Ho letto un po’ di post e soprattutto quelli dell’adorabile dott. Speciani….ed è proprio con lui che vorrei incontrarmi, prima o poi…a Natale sono stata a Milano da mio figlio ma non ho avuto il coraggio di telefonare al centro medico da lui diretto per prendere un appuntamento…colleziono da anni i suoi consigli, strappo diligentemente i fogli della rivista e li metto in delle custodie di plastica, a casa tutti mi prendono per matta, ma io sono una sua “adepta”(si può dire?) e cerco di seguire le sue linee mediche alimentari, ma mi manca l’incontro con Lui e il test DRIA che qui, nella città dove vivo, non esegue nessuno…forse sto chiacchierando troppo…volevo presentarmi, ma forse mi sono dilungata…alla prossima…saluti a tutti!

  7. 26 aprile 2011 / ore 10:36
    rakj3

    ciao a tutte un blog meraviglioso con speciani che incoraggia tutte finalmente una spiegazione per ogni cosa,anche io colleziono articoli sulle diete mi ritrovo molto con lucia sono neofita di internet e ho messo due giorni per inviarvi il mio messaggio chiedo aiuto ho bisogno di informazioni basilari vorrei fare la dieta con speciani come si fa?sono anni che riesco a mantenere il peso un chilo su e uno giu tenendo conto dell indice glicemico dei cibi ma piu di cosi non riesco la meno pausa si avvicina e come diventero ?aiuto amiche vi adoro tutte mi avete fatto compagnia in una pasqua bruttina un bacio a tutte

  8. 8 maggio 2011 / ore 15:47
    map sempiterna

    bellissimo articolo, complimenti! Mi sento già strafiga invece che strastrega

    lei dottore è un’ottimo stratega!!!!Via, alzo la vela! Chi mi ama mi segua..Ehi..non mi segue nessuno..sono tutti da Belen ..ah ecco che arriva qualcuno ..è lo skipper..vabbè….

Commenta anche tu!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>