1

Il pesce dell’Osteria del Laghetto

Cinzia e Guido dell'Osteria del Laghetto

Cinzia e Guido dell’Osteria del Laghetto

Sarà che una volta, in coda sulla A14, sono uscita in prossimità di Imola e un pranzo in un ristorante a poca distanza dal casello mi ha riconciliato con il mondo (e l’Osteria del laghetto la trovate appena usciti da Novara Ovest sulla A4 Milano -Torino). Sara’ che dopo aver gustato, la prima volta che ci sono venuta, uno spaghetto al ragù bianco di pesce mi sono ripromessa subito di tornare. Oltre a queste due ragioni, potrei aggiungerne altre di più importanti per prenotare qui un pranzo o una cena: 31 anni di attività del locale, 42 anni l’esperienza di Guido Ferraiolo in cucina. Quando gli chiedo qual è il suo segreto mi risponde:

«Non mi piace complicare la vita al pesce», poche parole come è nello stile del patron per dire che il menu nasce da quello che trova al mercato e che nel suo locale si gusta una cucina mediterranea senza uso di salse o grassi, leggera grazie all’olio di prima qualità. E all’abilità di Guido e Cinzia, la moglie, che prepara i piatti al momento nella cucina a vista aperta sulla sala. Lei alle mie domande si schermisce, dice di “aver rubato tanto con gli occhi” osservando Guido in cucina

 

La frutta-gelato

La frutta-gelato

Pesce a parte, a chiudere il pranzo o la cena c’è la frutta gelato. Io l’ho gustata solo in Sicilia, al ristorante La Pineta di Marinella di Selinunte, nella Riserva del Belice. Di che cosa si tratta? La frutta viene svuotata, con la polpa si fa il gelato, poi la si riempie di nuovo e, ricomposta, viene portata in tavola a fine pasto. Dentro c’è tutto il gusto del mandarino, della noce, del kiwi, della fragola. Piccoli scrigni di bontà.

Commenti

  1. 21 giugno 2012 / ore 09:39
    LaStreka

    Un posto assolutamente da vedere e gustare!!!

Commenta anche tu!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>