1

La scelta dell’università. Consigli da madre o professionista?

Mixed race mother and daughter using laptop together
Una mia cliente oggi mi ha raccontato di essere in una di quelle situazioni in cui, tante madri, prima o poi si ritrovano: la scelta dell’università dei figli.  I suoi dubbi mi hanno riportata indietro di due anni, quando a scegliere il corso di laurea era mia figlia …
Dopo aver valutato con difficoltà se mandare mia figlia all’asilo pubblico piuttosto che in quello privato, pensavo che le decisioni sarebbero state tutte in discesa.  Poi è arrivata l’iscrizione alle elementari e l’automatico passaggio alle scuole medie. Per le superiori non ci sono stati problemi: la sua inclinazione personale portava in una sola direzione. Ma la discesa si era bruscamente interrotta con la stagione degli Open Day universitari.
Che fare? Mi trovavo infatti a consigliare e supportare una quasi donna di 18 anni, sull’uscio dell’adolescenza ma non ancora proiettata verso la maturità, alle prese con una di quelle scelte che un po’ -diciamolo- ti determinano.
E nella scelta mi sentivo di dover contribuire doppiamente: in qualità di madre -scontato, lo so!- e in qualità di professionista.
Appoggiare la sua scelta e dare solo il parere da madre, o interventire come counselor, tenendo conto dell’orientamento al mondo del lavoro?
E voi? Come vi siete relazionate con i vostri figli in questa delicata loro scelta?

… Ah! Quanto era facile la scelta dell’asilo!

Commenti

  1. 17 febbraio 2015 / ore 14:53
    Bea

    Cara Cristina, scrivi sempre con molta chiarezza i consigli per il lavoro e la famiglia.
    Trovo molto interessante questo post.
    I tuoi articoli mi aiutano a comprendere appieno ciò di cui ho bisogno.
    Grazie, buon lavoro!

Comments are closed.